capodannocatania.net - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Catania e provincia

in Eventi

DETTAGLI

  • Indirizzo
    Bronte, CT
  • Data lunedì 25 dicembre 2017
  • Orario dalle 10.00

p

INTRODUZIONE ALLA VISITA DEI PRESEPI

 

I Presepi sono divisi per continente.

1° SALA

All’ingresso dell’esposizione trovate i presepi del continente AFRICA.

Fra i tanti presepi di diverse nazioni, il bellissimo presepe in legno proveniente dal Madagascar ( una grande isola che si trova alla punta estrema dell’Africa) e diversi dalla Palestina, culla del Figlio di Dio venuto nel mondo;

Lungo la 1° parte del corridoio : si sussegue una serie di presepi di materiale diverso, provenienti da diverse parti d’Italia.

Nella stanza n.1: presepi artistici provenienti da diverse REGIONI D’ITALIA (Alberobello, Roma,Marche, Bolzano,Torino con le loro caratteristiche locali). Soprattutto lo spettacolare presepe napoletano ( con effetto giorno e notte) i cui pastori hanno la testa, le mani ed i piedi in ceramica, gli occhi di vetro ed il vestito di stoffa d’epoca settecentesca: da notare l’espressione particolare del volto di ogni pastore.

Nella stanza n.2: presepi realizzati da diversi artisti della SICILIA (Caltagirone, Catania, Palermo, Sciacca, S. Stefano, Messina). In particolare il presepe di cioccolato di Adrano, quello in terracotta della strage degli innocenti e la fuga in Egitto, e quello di Giuseppe Grasso grande artista del catanese.

Di grande valore artistico sono i Bambinelli in ceroplastica con occhi di vetro, antichi e moderni, presenti in diversi punti dell’esposizione: sono un’opera d’arte sviluppatasi nel meridione d’Italia fra il 1600 ed il 1900. Non hanno niente a che fare con i pupazzetti di cera commerciali di oggi.

Nella 2° parte del corridoio vi è, sotto le mensole, una collezione di piccoli presepi di diversa provenienza e di materiale diverso; sopra le mensole una serie di presepi di cartone provenienti da diverse nazioni europei.

Nelle 2 vetrine intermedie: una serie di piccoli presepi artistici di varia provenienza, il presepe di cristallo di Murano e bambinelli in ceroplastica.

Nell’ultima parte del corridoio si susseguono 5 diorama ( presepi in prospettiva): uno realizzato da un artista romano, 4 realizzati da artisti del catanese che presentano l’annunciazione, la visita a S. Elisabetta, la nascita, l’adorazione dei magi . Pregevole il presepe in gesso cerato dell’inizio 1900.

In fondo al corridoio il presepe in cotone florescente.

Nella grande sala finale potrete ammirare:

- nella parete sinistra entrando i presepi che provengono dall’AMERICA LATINA, dall’AMERICA DEL NORD e dal CANADÀ,

- nella parete centrale i presepi che provengono dall’ASIA (Cina, Giappone, Indonesia, India, Vietnam, Filippine )

- nella parete di destra i presepi di alcune nazioni d’EUROPA ( Francia, Spagna, Slovacchia, Rep. Ceca, Polonia, Belgio, Irlanda, Danimarca, Russia, Olanda, Inghilterra, Germania… ).

Al centro della sala il grande presepe in movimento, spettacolare e ricco di tanti particolari interessanti, proveniente dal Lazio – Marche.

2° SALA

All’ingresso: trovate il grandioso presepe in cartapeste del Prof. Invidia di Bari, i pastori hanno gli occhi di vetro.

Accanto, presepi artistici: di corallo, di madreperla, di terracotta, della Tripli di Palermo, diverse opere di antiquariato napoletano, altarini del 1800, e Bambinelli in ceroplastica.

Nella 2° rientranza: trovate presepi artistici e pregiati di diversa provenienza, in particolare quello in cartapeste (campana), quello del battistero di Firenze in piastre d’argento, la presentazione al tempio di Caltagirone ed in ceroplastica.         

back to top